Cinema: 'nuova onda' rumena protagonista a Roma con Procult Film Festival

Tra i cortometraggi che saranno presentati, il pluripremiato 'Gobbel', di Raluca David, la storia di anziano solo che si trasferisce in un villaggio della Romania per morire. Gli abitanti del villaggio si alternano per organizzare il suo funerale. Quando un ragazzo del posto muore inaspettatamente e una frana distrugge la strada per arrivare al villaggio, i genitori del defunto chiedono a Gobbel gli articoli per il funerale.

Tra gli altri titoli di cortometraggi, 'Mille cose in comune', di Sarra Tsorakidis, che sara' ospite del festival, su un gruppo di amici che si disgrega nel momento in cui uno sconosciuto mette in dubbio la loro amicizia. Quindi, 'Sulla gru', di Gabriel Sarbu: un uomo benestante per suicidarsi si arrampica su una gru. Qui incontra un barbone che gli offre birra e una sigaretta. Chi dei due si salvera'?

'La Madonna del piano terra', di Andrei Cohn racconta invece di Ani, signora in pensione di Bucarest che scopre, nella routine della sua solitudine, di non essere piu' sola. Dorian Boguta e' il regista del corto 'Da oggi in poi': Stefano riceve come regalo una lezione di guida, una bottiglia di vodka e una discussione liberale sulle donne… 'Benvenuti in Italia', di Sorin Misiriantu racconta di un attore rumeno che porta in Italia la sua famiglia. Ma senza poter lavorare, conviene tornare.

(21.11.2012 / tiscali.it)

Scriu despre Festivalul Procult

Procult CinemaFestival